• Gentili esperti,
    Avrei la necessità di creare una VM con PfSense che faccia da OpenVpn server e basta, necessariamente dietro ad un router casalingo (es Vodafone station) magari con una sola subnet definita, la classica 192.168.1.X su cui fare una regola di nat sulla 1194 dell’ip di PfSense ed accedere alla lan interna.

    Detto questo, la configurazione delle nic della vm di pfsense come va configurata, tenendo conto di quanto detto prima e della singola subnet?

    Sono obbligato a definire una seconda vlan sul router Vodafone, telecom o qualsivoglia?

    Vi ringrazio per eventuali confronti, l’esigenza nasce per far fronte proprio ad una necessità per un cliente che non ha una rete strutturata ne un firewall, nè è disposto ad averne uno, quindi non posso metterlo come firewall principale.

  • LAYER 8

    @clodeomfg
    pfsense è comunque fondamentalmente un firewall, ha necessità di due schede di rete virtuali una per la wan che andrà collegata alla vodafone station e una per la lan dove avrai la tua rete interna raggiungibile dalla openvpn, se la tua rete lan la vuoi comunque raggiungere usando la WAN di pfsense allora l'uso di pfsense non avrebbe molto senso, ti basta una macchina virtuale qualsiasi, linux o windows con openvpn server installato. ci sarebbe la possibilità di mettere in bridge wan e lan di pfsense ma sarebbe tanto lavoro e complessità per niente.


  • @kiokoman
    Quindi collegando la wan alla vodafone station ricevero un ip 192.168.1.X e la nic lan andrà configurata ugualmente sulla stessa subnet?

  • LAYER 8

    @clodeomfg
    no affinche funzioni la lan deve avere una subnet diversa