IPV6 Alice/TIM



  • Qualcuno ha provato ad usare l'IPV6 che "sperimentalmente" da Telecom?
    Danno qualche cosa di più di una /64?
    La subnet rimane fissa o è forzatamente dinamica?
    Non so perchè ma temo la peggior implementazione possibile…
    In rete non trovo informazioni tecniche, a parte guide di come farlo funzionare su windows  ::)



  • Ciao,

    Ho provato usando i seguenti parametri (PFSense versione 2.3.4):
    User: adsl@alice6.it Password: adsl@alice6.it

    IPv6 Configuration Type -> 6to4 Tunnel

    Cosi' si ottiene un prefix ID del tipo:
    IPv6 Prefix ID (hexadecimal from 0 to ffff)

    Il problema e' che nonostante la configurazione sembri corretta il gateway e' offline:
    Gateway WAN_6TO4 -> Offline

    Hai fatto qualche prova?
    Sei riuscito ad ottenere una configurazione funzionante?

    Ciao,
    Antonio



  • Ciao a tutti,
    l'implementazione attuale dell'ipv6 per le utenze consumer TIM (sperimentale da tempo immemorabile…. non ci stanno investendo molto sull'ipv6 che in Italia è fermo al palo da anni e anni...) è quella illustrata qui:
    https://assistenzatecnica.tim.it/at/portals/assistenzatecnica.portal?_nfpb=true&_pageLabel=InternetBook&radice=consumer_root&nodeId=/AT_REPOSITORY/876181
    In pratica l'indirizzo (/64) viene assegnato utilizzando le credenziali di accesso (uguali per tutti gli utenti): user: adsl@alice6.it / password: adsl@alice6.it  (nota: viene assegnato anche un ulteriore ipv4 pubblico dinamico, è dual stack ipv4+ipv6)
    In pfsense (presupponendo che abbiate il modem configurato in bridge) occorre creare una nuova connessione PPPoE (o modificare quella attuale), si tratta di accedere in PPPoE appunto con le credenziali suddette e avere quindi accesso al pop in dual stack ipv4+ipv6 con indirizzo ipv6 assegnato via SLAAC (non 6in4 o 6to4 o 6rd).

    Ma, il mio consiglio è LASCIATE PERDERE… per farla breve però sono più i contro che i pro:

    CONTRO:

    • Indirizzo ipv6 DINAMICO con tutto ciò che ne consegue…. in primis ovvi problemi ogni volta che cade la connessione o si riavvia il modem, alle macchine nella lan verranno assegnati indirizzi diversi...

    • Latenza decisamente più alta (sia ipv4 che ipv6) rispetto a quanto riscontrato con l'accesso pppoe ipv4

    • MTU limitata: vengono "mangiati" qualche decina di byte rispetto al 1492 tipici del pppoe, il che fa dedurre, insieme alla latenza più alta, che l'accesso è gestito dal pop tramite un ulteriore tunnel verso altro nodo remoto dedicato alla "sperimentazione" ipv6.

    PRO: non ne vedo, al di là di togliersi la curiosità di fare qualche prova, in pratica è inusabile in ambito lan (è pensato giusto per chi vuol accedere dal proprio pc in pppoe dal pc a modem tim), molto ma molto meglio, per chi ha tim attualmente, appoggiarsi su un tunnel broker come Hurricane Electric ad esempio (che assegna /48 statica anche accedendo con ipv4 dinamico, tramite autenticazione e ddns, perfettamente implementato in pfsense, con tanto di servizio dns e reverse dns gratuito)

    Di questo passo l'ipv6, lato TIM, in Italia lo vedremo il secolo prossimo….  ;D a meno di pressioni da parte del legislatore nazionale o europeo, unica eccezione tra i big è Fastweb (/64 statica, 6rd).