Scelta Hardware PfSense



  • Ciao a tutti,
    è da qualche tempo che vorrei implementare un firewall SOHO da utilizzare a casa, e trai i vari open source ho scelto PfSense  :)
    Volevo qualche consiglio in merito all'hardware da scegliere perché ho diversi dubbi.

    Questa sarebbe la possibile configurazione:
    Scheda madre ASUS P9A-I/C2550/4L
    https://www.asus.com/Commercial-Servers-Workstations/P9AIC25504L/overview/

    RAM Kingston (2 x 4GB)
    http://www.kingston.com/dataSheets/KVR16E11S8_4KF.pdf

    Case Streacom F7CS Alpha
    http://www.streacom.com/products/f7c-evo-chassis/

    Ventola Noctua NF-A8 PWM 80mm
    http://noctua.at/en/nf-a8-pwm

    Alimentatore interno Streacom NANO120 PSU + alimentatore esterno 120w
    http://www.streacom.com/products/nano120-fanless-psu/

    SSD Samsung SM863 120GB
    http://www.samsung.com/it/business/business-products/solid-state-drive/sm863/MZ-7KM120E

    Uno dei miei dubbi è il case, perché è abbastanza piccolo e potrei solamente montare una ventola laterale per dissipare il calore accumulato all'interno.

    Tutti i consigli sono ben accetti  :D



  • Ciao,
    mi sembra un macchinone esagerato per far girare pfsense a casa…...  avrebbe senso solo se pensassi di usare package pesanti come squid e simili. Sei in questa situazione ?

    Non conosco i vari componenti: l'unica riflessione la farei sull'alimentatore.
    I casi sono due:

    1. o davvero ti serve un pico da 120 W perché le varie parti nel complesso consumeranno - e in tal caso valuterei un classico ali miniItx di bassa potenza (350W, non ne trovi di meno) e alto rendimento
    2. oppure se il consumo fosse molto inferiorei rimanendo su picopsu ne sceglierei uno di taglio inferiore.

    L'ipotesi 1) la cito perché se il consumo fosse intorno ai 100W  credo che un ali miniItx possa costare molto meno senza avere un rendimento penalizzante. Infatti è vero che il pico ha un rendimento alto, ma poi gli devo associare un "mattone" esterno che nell 99% dei casi abbassa sensibilmente il rendimento complessivo. Quindi torna ad esse competitivo il discorso miniITx.

    Ciao



  • Ciao,

    ho scelto questi componenti sulla base dell'appliance ufficiale di pfsense, il L' SG-4860 https://store.pfsense.org/SG-4860/ (secondo me questa configurazione è decisamente più performante rispetto all'ufficiale).

    E' vero che dovrei utilizzarlo a casa, ma vorrei installare dei pacchetti aggiuntivi tra cui Squid, Snort e CalmAV (Antivirus), che richiedono sia molta RAM che spazio su disco (per esempio se intendi abilitare i log o la cache dei siti web che visiti più spesso).

    Per quanto riguarda il consumo, ho fatto una stima approssimativa e siamo intorno ai 70w circa.
    Secondo il tuo parere, andrebbe bene l'alimentatore che ho scelto?
    Vorrei chiederti anche se può rimanere attivo h24 senza problemi di surriscaldamento o quant'altro.

    Grazie



  • Ciao,
    ok se vuoi usare squid &c allora sì, ti serve una macchina discreta, quindi credo vada bene seguire la configuraizone che stai scegliendo.

    Per il consumo secondo me 70W sono fin troppi. Non ho fatto il calcolo dei vari componenti ma vedo che l'SG4860 ha un alim di poco più di 50 W, quindi ne consuma ancor meno…..
    Per il tuo 120W sono troppi di sicuro visto che avrei in più solo la ventola, ma considera che una ventola consuma 4 o 5W....
    Non ci sono problemi a tenere acceso h24 un pc del genere ma consiglierei un case con una buona arieggiatura. Quelli che hai scelto sono belli esteticamente, però non hanno molte aperture. Va beh che 70W li dissipi senza problemi.....
    Comunque tieni conto - sempre sul tema picopsu - che se sali di potenza l'alimentatore esterno avrà dentro una ventolina che quando parte diventa un po' fastidiosa essendo molto piccola (ricorda la regola d'oro: più è piccola è più fa rumore ad alta freq, rumore che è più fastidioso di uno a bassa freq).
    Sinceramente starei su una potenza più bassa  di 120W.
    Per pfsense io ho preso una apu pcengines (molto bella ma inadeguata per quello che vuoi fare tu), ma ho usato una picopsu da 120W per un pc che mi ero fatto nel 2009 (quindi con cpu più affamate delle attuali).
    Il picopsu non ha mai fatto una piega, ma l'alimentatore esterno ogni tanto fa qualche capriccio..... per questo ti suggerirei di scendere un po'.

    Ciao



  • Ciao,

    per quanto riguarda il case hai qualche consiglio? io ho scelto questo perché è completamente in alluminio spesso 4mm. Non ha molte prese d'aria ma secondo me il fatto che sia di alluminio spesso aiuta a dissipare passivamente il calore dei componenti.

    Invece per il nano PSU avevo visto quello di Streacom da 120W perché vendono sia quello che l'alimentatore esterno insieme e ho letto diverse recensioni dove ne parlano bene (ps. l'alimentatore esterno è fanless).
    Dovrebbe avere un attacco da 24pin + 4 pin per alimentare la scheda madre che ho scelto.

    Se volessi una soluzione simile ma utilizzando il pico PSU che cosa mi consiglieresti?



  • Ciao,
    per il case non saprei cosa consigliarti perché ho sempre preferito case per montaggio rack 19" che sono totalmente diversi.
    Se sei orientato verso case come quelli che hai indicato credo che ti stia preoccupando del lato estetico (immagino un utilizzo a vista?) e quindi un rack sarebbe improponibile.
    Però il fatto di avere alluminio spesso 4 mm non credo proprio aiuti a dissipare: lo farebbe solo se montassi la cpu fisicamente a contatto con il case, cosa che ritengo improbabile….  in casi diversi lo spessore del case non aiuta a dissipare.

    Per il picopsu: nel 2009 io comprai su linitx - all'epoca era uno dei pochi che li vendeva. Ho appena dato un'occhiata e li trovi ancora, anche in abbinamento a Fsp esterni. Non ho fatto confronti sui prezzi.....

    Ciao



  • Ciao,

    no sicuramente il processore non sarà a contatto con il case, monterei una piccola ventola che viene fornita con la scheda madre per dissipare la CPU e poi ci sarebbe una ventola da 80mm sul lato che aspira il calore interno e lo manda all'esterno del case.

    Per il pico PSU che calcolo dovrei fare in termini di watt per scegliere quello più appropriato?
    Ho trovato una dritta sul forum (allegato)

    ![Screen Shot 3.png](/public/imported_attachments/1/Screen Shot 3.png)
    ![Screen Shot 3.png_thumb](/public/imported_attachments/1/Screen Shot 3.png_thumb)



  • Ciao,
    ok allora vedi che lo spessore del case non conta nulla a quel punto. Comunque con le ventole sei tranquillo per la dissipazione, semmai potrebbero darti un po' fastidio in relazione al tipo di ambiente nel quale collocherai il fw.

    Per il psu: devi sommare i consumi di tutte le varia parti: MoBo + Cpu (nel tu caso credo già compreso nel consumo mobo) + ram + ssd + ventola aggiuntiva.
    Ram + ssd + ventola fai 15 W al massimo per tutto, quindi alla fine basta guardare la mobo.
    Poi aggiungi un 20/30% per buona misura e hai la potenza per la qule cercare il picopsu.

    Ciao



  • Ciao,

    il firewall lo collocherei in taverna, quindi dovrebbe essere un ambiente abbastanza fresco.

    Se i calcoli del consumo non sono errati, con la configurazione che ho riportato arrivo circa a 70w + 30% che mi hai detto di aggiungere siamo a 90w.
    Con quel case avrei la possibilità di aggiungere anche una scheda PCI aggiuntiva (anche se per il momento non ne ho la necessità)
    e li sarebbero altri watt che mi servirebbero per alimentarla.

    Se sto un po' largo con il pico PSU e l'alimentatore, potrei riscontrare qualche tipo di problema nel tempo?
    Per il momento il consumo tot è di 70w, con la possibilità che si incrementi in futuro (ho visto che una scheda PCI con 4 porte ethernet Gbit consuma appena 5w).

    Grazie



  • Ciao,

    Se sto un po' largo con il pico PSU e l'alimentatore, potrei riscontrare qualche tipo di problema nel tempo?

    No nessun problema. Aumenta solo un po' il consumo totale perché il rendimento che trovi dichiarato per gli alimentatori è sempre riferito alla zona medio-alta dei consumi, mentre se poi assorbi di meno il rendimento di QUELL'alimentatore sarà inferiore.
    Quindi prendere un ali sovradimensionato rispetto alla reale esigenza avrà come effetto che consumerà un po' di più rispetto ad un ali "giusto".
    Ma a parte questo nessun altro problema.

    Ciao



  • Ciao,

    sapresti dove posso trovare un buon alimentatore esterno? Ho un NAS QNAP e ho visto che utilizza un alimentatore DELTA PSU esterno. Ho provato a fare delle ricerche su internet ma non ho trovato molto..

    Ciao



  • Ciao,
    ma intendi un ali per il picopsu ? 
    Chiedo perché il pico ha bisogno di 12 V in input e lo potresti trovare su linitx come ti dicevo, mentre se fosse per il Nas non saprei…...



  • Ciao,

    ho trovato l'alimentatore esterno che monta il mio nas e dovrebbe andare bene (90W 12V 7.5A):
    http://www.amazon.it/Qnap-SP-2BAY-ADAPTOR-90W-per-2-Bay-NAS-Server/dp/B00CU8HTU4/ref=sr_1_21?s=pc&ie=UTF8&qid=1461514380&sr=1-21

    E' in funzione ormai da due anni e non mi ha mai dato nessun tipo di problema.
    Potrei optare per un pico psu da 160w e affiancargli questo alimentatore esterno.. Che ne pensi?

    Questo è il pico psu da 160w che ha il 24pin + 4 pin:
    http://www.mini-box.com/picoPSU-160-XT

    Ciao



  • Penso che 160 W sia esagerato…. ;)
    Comunque dovrebbe andare bene l'ali del qnap: l'unica cosa ancora da controllare è la dimensione del connettore DC a 12V.
    Se guardi l'immagine del picoPsu viene citato con dimensioni 5/2.5 mm, mentre lato Qnap non riesco a capire di che dimensioni sia.
    Lo dico perché ne esistono di lunghezze/diametri diversi.... anche se il 5/2.5  è il più comune.

    Ciao



  • Ciao,

    ho controllato le dimensioni del jack dell'alimentatore QNAP e corrispondono a 2,5 / 5, quindi direi che va bene.  :)

    Invece, per il picopsu ho un dubbio.. la mia scheda madre ha un attacco 24 pin + 4 pin (12v per la CPU).

    Il pico psu da 120w ha solamente 20 pin + un eventuale 4 pin (per la CPU) che è possibile aggiungere tramite un adattatore (vedi allegato):
    http://resources.mini-box.com/online/PWR-PICOPSU-120/PWR-PICOPSU-120-manual-engl.pdf

    mentre il pico psu da 160w ha un 24 pin + 4 pin (per la CPU):
    http://www.mini-itx.com/store/information/picoPSU-160-XT.pdf

    questo è ciò che ho trovato su un forum:
    "… you can plug a 20 pin cable into a 24 pin motherboard and it will work just fine. At least, it will for a while. They added those extra 4 pins for a reason. When you plug a 20 pin cable into a 24 pin connector you're not providing the extra current carrying capacity which may be needed by the motherboard. If your motherboard's current requirements are low enough then it will work properly with only a 20 pin power cabled plugged in. But if the motherboard draws enough current, then you can overheat the 20 pins you're using on the 24 pin connector. I've seen enough pictures of burned ATX main connectors to assure you that this happens. In adding the extra four pins, 3.3 volts went from 3 to 4 lines. 5 volts when from 4 to 5 lines. 12 volts went from 1 to 2 lines so its capacity doubled. Connectors really do get hot if you overload them so the safest thing to do is use a real 24 pin power supply on a motherboard with a 24 pin connector."

    Dice che il collegamento è possibile, ma si rischia col tempo che i 20 pin possano surriscaldarsi, perché la scheda madre è stata studiata per avere un alimentatore a 24 pin.. :-
    Cosa ne pensi?








  • Ciao,
    secondo me puoi stare tranquillo.
    Il secondo connettore è utile quando la scheda assorbe parecchia corrente - ad esempio nel caso si metta una scheda grafica "affamata" - ma nel tuo caso siamo ampiamente sotto il concetto di alta potenza assorbita.

    Se non ricordo male (come dico me ne occupai ormai 7 anni fa per cui la memoria potrebbe tradirmi)  nei modelli di FSP per picoPsu più potenti era addirittura previsto un connettore diverso da quello 5/2.5 di cui abbiamo discusso ieri proprio perché quel connettore non poteva reggere le alte correnti in circolo.
    Ma ripeto: non siamo nel tuo caso…..

    Ciao



  • Ciao,

    allora potrei prendere il pico psu da 120w
    http://www.amazon.it/Mini-Box-picoPSU-120-piccolo-alimentatore-12V-DC/dp/B005TWE3O8/ref=sr_1_4?ie=UTF8&qid=1461588657&sr=8-4&keywords=pico+psu

    e un adattatore da molex a p4 (per la CPU), dato che questo pico psu ne è sprovvisto
    http://www.amazon.it/DeLOCK-0-3m-P4-Molex-4-pin/dp/B0020N227Y/ref=sr_1_3?s=pc&ie=UTF8&qid=1461594308&sr=1-3&keywords=p4+molex

    In teoria non dovrei riscontrare problemi  :D



  • Ciao,
    beh non è mica detto che tu debba obbligatoriamente usare il cavo aggiuntivo! come ti dicevo serve solo se hai delle gpu affamate. Tu non la metti nemmeno, quindi….

    Se ti può interessare qui http://www.silentpcreview.com/article601-page1.html trovi una recensione fatta bene che parla del picopsu.

    Ciao



  • Se può esserti d'aiuto io da pochi giorni ho preso questo minipc

    https://www.miniserver.it/home-page-products/appliance-autm5-aluminum.html

    e mi trovo benissimo.

    Ho usato per 3 anni due alix ed13 e la apu1d4 e anche loro non mi hanno deluso. Unico "difetto" è che non potevo installare le distro di pfsense in versione full



  • Ciao,

    avevo già dato un occhiata a quel sito in passato e offrono molte soluzioni hardware customizzabili.
    Però preferirei costruirmene uno da solo, un po' per il gusto di assemblarlo ed un po' perché ho la possibilità di scegliere i componenti che mi sembrano più adatti  :D



  • @aronese:

    Ciao,
    beh non è mica detto che tu debba obbligatoriamente usare il cavo aggiuntivo! come ti dicevo serve solo se hai delle gpu affamate. Tu non la metti nemmeno, quindi….

    Se ti può interessare qui http://www.silentpcreview.com/article601-page1.html trovi una recensione fatta bene che parla del picopsu.

    Ciao

    Ciao,

    potrei provare anche ad acquistare la scheda madre e il resto dei componenti e collegare il tutto ad un alimentatore atx standard per vedere qual'è il reale consumo totale; poi potrei procedere all'acquisto del picopsu e dell'alimentatore esterno più adatti.  :)



  • E beh ti capisco la soddisfazione di costruire da solo il proprio apparato non ha prezzo.



  • Ciao,

    potrei provare anche ad acquistare la scheda madre e il resto dei componenti e collegare il tutto ad un alimentatore atx standard per vedere qual'è il reale consumo totale; poi potrei procedere all'acquisto del picopsu e dell'alimentatore esterno più adatti.  :)

    certo, anche se poi dovrai riuscire a mettere bene sotto carico il sistema, comunque secondo me non superarei i 50 W…. 8)

    Ciao



  • @aronese:

    Ciao,

    potrei provare anche ad acquistare la scheda madre e il resto dei componenti e collegare il tutto ad un alimentatore atx standard per vedere qual'è il reale consumo totale; poi potrei procedere all'acquisto del picopsu e dell'alimentatore esterno più adatti.  :)

    certo, anche se poi dovrai riuscire a mettere bene sotto carico il sistema, comunque secondo me non superarei i 50 W…. 8)

    Ciao

    Ciao,

    mi è venuto un dubbio.. dato che l'attacco 24 pin sulla scheda madre è quasi attaccato all'alloggiamento della ram, potrei avere qualche problema a collegare il pico psu? Dovrebbe avere dei condensatori sulla parte posteriore e non vorrei che non ci sia lo spazio per alloggiare la seconda RAM.  :-[

    Quì ho trovato una recensione riguardo la scheda madre, e dicono di averla testata con un picopsu 150 XT
    http://www.servethehome.com/asus-p9a-i-c2550-sas-4l-review/




  • Ciao,
    i componenti del picopsu non sporgono quasi, lo faranno al più per 1 mm (almeno in quello che ho io).

    Invece sporge parecchio quella linguetta gialla che è a metà del connettore.
    La vedi bene in questa immagine, la linguetta in basso tra i due condensatori:
    https://linitx.com/product/minibox-12v-120w-picopsu120/10916

    Nel mio sporge quasi 1 cm….. ora dovresti capire da che parte sia girata: se sporgesse verso l'esterno sei a posto, se sporgesse all'interno potrebbe darti qualche problema.





  • Ciao,

    la parte del connettore dovrebbe essere verso l'esterno, quindi non dovrei avere problemi.
    Però per la parte interna rischio di occupare lo spazio di uno dei due slot per la RAM, perchè lo spazio tra il connettore 24 pin e lo slot è veramente poco (sono quasi attaccati).

    L'alternativa sarebbe utilizzare un case tipo questo http://www.lian-li.com/en/dt_portfolio/pc-q12/ che monta un ali da 300w sfx, il che vorrebbe dire abbandonare l'idea del pico psu e alimentatore esterno.

    Sono abbastanza indeciso sinceramente..  :-\




  • Ciao,
    caspita! è davvero attaccato….. in quella foto sembra che con il condensatore che sporge la ram sia proprio attaccata.... in effetti sarebbe un rischio non indifferente guardando questa foto.

    Se valuti alternative non obbligarti per forza a cercare case+ali insieme:  se li prendi separati hai certamente più scelta.

    Ciao



  • Ciao,

    si in effetti sto prendendo in considerazione anche altre alternative.. avresti qualche consiglio su un possibile case che abbia un alimentatore atx standard o sfx?

    Preferirei in alluminio, perché potrebbe esserci la possibilità che lo posizioni anche in sala di fianco alla tv e non vorrei ritrovarmi con un case gigante  ;D



  • Ciao,
    no di case non me ne intendo molto perché come ti dicevo preferisco apparecchiature rack 19".

    Se servisse invece un consiglio per un ali posso dirti che ne ho comperato uno lo scorso Natale dopo lunga ricerca (cercavo un ali atx di bassa potenza e alto rendimento): bequiet Power 10 400W.
    Costa circa 75 € e in generale ha buoni giudizi.

    Ciao



  • Ciao,

    ho fatto un po' di ricerche e alla fine ho scelto questo case: http://www.xigmatek.com/product.php?productid=219&type=overview

    Per quanto riguarda l'ali, quello che mi hai consigliato sembra di ottima fattura, ma ne ho visto uno della corsair che sembra migliore:
    http://www.corsair.com/it-it/rmx-series-rm550x-550-watt-80-plus-gold-certified-fully-modular-psu

    oppure: http://www.corsair.com/it-it/rm-series-rm450-80-plus-gold-certified-power-supply

    Il taglio minimo è 550w (forse troppo per quello che intendo fare), ha la certificazione 80 plus gold, ma la cosa che mi ha fatto incuriosire è la modalità della ventola a 0 rpm; praticamente fino a 50 gradi la ventola non gira e si attiva solo per carichi medio alti, quindi per il mio uso rimarrà sempre inattiva.

    ps. Lo preferisco modulare perché lo spazio all'interno del case non è molto, e potrei collegare solo i cavi che mi interessano.

    Che ne dici? Il costo si aggira intorno ai 100€



  • Ciao,
    i due ali sono belli, ma non credere che ci sia differenza di rumore per il fatto della ventola che non gira fino a 50°. Se una ventola è grossa (e queste sono da 135 mm come quella del bequiet) non la senti quasi a bassi regimi, e quando invece deve dissipare parecchio a quel punto non conta più la funzione che citi.
    Per curiosità leggi le 3 recensioni che trovi su amazon a proposito del rumore del bequiet.
    Comunque in generale per me questi 3 ali vanno tutti bene. Non salirei troppo di potenza visto che poi calerebbe il rendimento come già ti dicevo.

    Per il case.
    Bello ma ci sono un paio di cose che non mi convincono (anche se davvero qui sconfino nel campo delle opinioni/preferenze personali):

    1. mi sembra un po' piccolino come dimensioni. Se domani decidessi di metterci una scheda grafica potrebbe essere molto sacrificata lì dentro e limitare il ricircolo d'aria
    2. sembra parecchio "chiuso": dove viene espulsa l'aria?  nota che l'ali butta fuori l'aria dove c'è la ventola grande, quindi con questo case verrebbe espulsa verso una delle pareti laterali. Da dove defluisce l'aria lateralmente? sembra tutto chiuso, dalle foto non lo capisco….

    Ciao



  • Ciao,

    per il case sì, è abbastanza piccolo, ma non devo montare una scheda grafica per adesso (al massimo metterei una scheda pci con 4 porte ethernet aggiuntive).
    Per quanto riguarda il riciclo dell'aria, le pareti laterali e quella frontale sono chiuse, ma sul retro è presente una ventola da 120mm che permette di far uscire l'aria calda. Inoltre il retro e il fondo del case (dove risiede la scheda madre) sono forellati, quindi l'aria "fredda" entrerebbe da lì.

    E' vero, l'ali butta fuori l'aria nella direzione della ventola sul retro, ed è per questo motivo che pensavo di scegliere uno trai i due ali che ho citato prima. Ho visto anche le specifiche dell'ali da 550w, che al 10% del carico (ovvero 55 watt) ha un'efficienza pari all'83% e modulare perché essendoci poco spazio, potrei collegare solo i cavi necessari.

    Ciao

    ![Screen Shot 4.png_thumb](/public/imported_attachments/1/Screen Shot 4.png_thumb)
    ![Screen Shot 4.png](/public/imported_attachments/1/Screen Shot 4.png)



  • Ciao.
    In base alla connessione e al numero di utenti persino un Athlon 64 ce la farebbe. La differenza è che questo assorbirà molta più corrente, ma con le nostre care ADSL non c'è tutta sta roba da processare. Sarebbe un problema con delle gbe che però nessuno o quasi ha, forse con i profili VDSL da 300mbps si cominciano a vedere i primi caduti. Persino un pentium MMX da 233Mhz l'ho visto spostare dati da una wan a una lan con due schede gbe e qualche ottimizzazione a 20mbps e senza lag (ovviamente senza package esterni).
    Io ho appena fatto un sistema con un Athlon 5350, 4GB ECC, Asus AM1M-A nuovi e recuperato un ali 80plus da 575w, Kingston V300 60GB, una Intel Pro/1000 PT dual port e una ventola da 120 a bassi giri giusto per ventilare un minimo.
    Ha un quad core con frequenza decente che dovrebbe scalare fino anche a una gbe, supporta AES-NI ed ECC, ha abbastanza linee pcie 2.0 elettriche da poter sfruttare al massimo le schede eth multiporta più qualche extra e costa/consuma molto poco (cpu mobo e ram meno di 120€). Quantifico il molto poco: con il PowerD su minimum siamo a ben 20w al massimo, ma ho visto l'indicatore del UPS scendere fino a 16w. Ho downvoltato la cpu, ma è piuttosto ininfluente visto il carico piuttosto basso (arriverà al 50% a 800Mhz a dir tanto) e la frequenza che non si sposta mai dal minimo. Questo con un alimentatore decisamente sovradimensionato, con una pico PSU dovrebbe scendere dalle parti dei 10-12w. Se opti per un pico PSU, pare che la scelta migliore sia un modello che supporti un voltaggio in ingresso variabile così da poter utilizzare gli economici e mediamente buoni alimentatori per portatili da 19v. Visti i consumi ridicoli, il meno potente di pico psu e una mattonella esterna con il wattaggio più basso che trovi con il plug del pico psu andrà bene e dovrebbe avere un'efficienza piuttosto alta.



  • Ciao,

    grazie dei consigli  :) In effetti stavo ripensando all'idea del picopsu perchè i consumi del sistema dovrebbero variare dai 25 ai 70w e con un ali atx non so quanto possa essere elevatà l'efficienza al 10% del carico, o anche meno.

    Potrei prendere un picopsu da 120w e utilizzare un ali da 90w oppure entrambi 90w.

    Il mio problema è che l'attacco 24 pin della scheda madre è vicinissimo al 2^ banco di ram e i condensatori del picopsu andrebbero ad appoggiarci sopra.
    Potrei acquistare una "prolunga" tipo questa: https://www.quietpc.com/na-24pin-atx-extension-ss
    e fissarla con delle fascette al case (anche se non è molto bello e professionale).




  • Ciao,

    dimenticavo la questione del connettore atx 20 o 24 pin. Il picopsu da 90w e quello da 120w hanno un connettore 20 pin, mentre il supporto ASUS mi ha detto che serve un connettore 24 pin per alimentare la scheda madre.

    Ps. l'efficenza è data dal picopsu oppure dall'alimentatore esterno? Perchè vedo che molti usano per esempio un picopsu da 160w e gli abbinano un ali esterno da 60/90w.  ???

    Qui trovate il manuale completo della scheda madre: http://dlcdnet.asus.com/pub/ASUS/mb/Atom_onboard/P9A-I/C2550/SAS/Manual&AVL/E9515_P9A-I_Series_Guide_v2.pdf

    Queste invece sono le specifiche riguardanti l'alimentazione:

    • ATX power connectors (24-pin EATXPWR1, 4-pin CON1)
    These connectors are for the ATX power supply plugs. The power supply plugs are designed to fit these connectors in only one orientation. Find the proper orientation and push down firmly until the connectors completely fit.

    DO NOT forget to connect the 24-pin and the 4-pin power plugs; otherwise, the system will not boot up.

    • Use of a power supply unit (PSU) with a higher power output is recommended when configuring a system with more power-consuming devices. The system may become unstable or may not boot up if the power is inadequate.

    • This motherboard supports ATX2.0 PSU or later version.

    • Ensure that your PSU can provide at least the minimum power required by your system.

    ![atx asus.JPG](/public/imported_attachments/1/atx asus.JPG)
    ![atx asus.JPG_thumb](/public/imported_attachments/1/atx asus.JPG_thumb)



  • Dovrebbe funzionare senza problemi anche se solo a 20 pin, quantomeno finché il carico è basso. Lo standard a 24pin è stato introdotto più che altro per abbassare il carico sui cavi dell'alimentatore perché se eccessivo potrebbe fondere la guaina protettiva con conseguenze potenzialmente tragiche. Le piste anche se si scaldano chissene, non fondono.

    Se non dovesse partire comunque basta prendere un adattatore 20 to 24 pin e passa la paura. Se c'è un problema di condensatori che toccano, usa direttamente l'adattatore e fine dei problemi.



  • Ciao,

    per l'SSD avete qualche consiglio? Sicuramente credo intorno ai 120gb.



  • Io ho costruito un cluster di due pfSense utilizzando due picoPSU (ora in disuso a causa del passaggio a macchina virtuale) ma posso confermare che sono dei prodotti stupendi. Non ho utilizzato la "proluga" ed eviterei di farlo se possibile per questioni di praticità ed affidabilità. Tuttavia io stesso ho dovuto customizzare il case per fare in modo che il connettore non rischiasse di essere schiacciato dal case.
    Comunque, come mai 120GB di SSD? Mi sembra una cosa spropositata per un pfSense, anche dovendo usare squid, senza contare che l'uso intensivo della cache potrebbe ridurre la vita dell'SSD stesso.



  • Un SSD da 120GB è una scelta obbligata adesso che costa come se non meno di quelli di minor capacità.

    Per quanto riguarda l'usura del disco, è un non problema. Ammettiamo il caso che che tu disponga di una connessione vdsl2 da 100Mbps, ovvero circa 10MB/s e che tu la stia sfruttando 24/7 al massimo della velocità (improbabile). Adesso ammettiamo che tu debba effettuare il caching di ogni singolo dato in ingresso in cache (totalmente irrealistico). Sono circa 864MB per giorno, o 0,864TB. Un SSD di solito è garantito per minimo 1000 cicli di scrittura completa, quindi si parla di almeno 120TB di dati scritti. In questo scenario pressoché impossibile da vedere nella vita reale vorrebbe dire dover aspettare circa 138 giorni prima di arrivare al numero MINIMO di scritture su disco prima di vedere statisticamente la prima cella fallata. Ma la prima cella di solito la si vede ben più tardi. Troppo poco? A pochi euro di più puoi prendere un 240GB e il numero di giorni magicamente raddoppia. Da vari report online puoi vedere che i dischi o raggiungono livelli di scritture assurdi (addirittura ben oltre i 2 Petabyte ma puoi calcolare che un drive 700TB di scritture continue se le faccia) prima di subire un numero di celle errate tale da inchiodarlo definitivamente, ma il più delle volte muore prima il controller delle nand delle stesse. Anche nel caso di drive con firmware dotato di codice che bricka automaticamente il drive al raggiungimento di una certa soglia di scritture (come proprio 700TB nel caso di alcuni Intel) ci vorrà molto tempo prima di arrivarci, e se la tua cache salva tutto tutto senza dover mai effettuare delle letture in una rete così intasata forse è meglio pensare prima a una multiwan. Visto anche che la ram costa relativamente poco e gli ssd rispondono in microsecondi, ne metti molta, crei una grossa cache in ram e utilizzi la cache su disco come se fosse una L2 "esclusiva" mettendo come grandezza minima per i file pari a centinaia di KB o magari MB risparmiando così molte scritture.
    So di non aver incluso nell'equazione il garbage collection, ma il quadro di sopra è già abbastanza devastante per un ssd di per sé.

    Fonte: http://techreport.com/review/26523/the-ssd-endurance-experiment-casualties-on-the-way-to-a-petabyte/3
              http://techreport.com/review/27909/the-ssd-endurance-experiment-theyre-all-dead


Log in to reply